MOdAM, museo e scuola di moda
Milano, Italia
2005-2006
16.000m2
committente: Comune di Milano
architetti: * con Rudy Ricciotti
Un luogo ai limiti di uno sviluppo urbano imminente e immanente, a forma di punto interrogativo. Il luogo della moda. Il luogo della stagionalità, dell’effimero che ritorna, della bellezza e del piacere sognati. Così, l’edificio si costruisce attraverso cinque prospetti, uno materico e imponente verso la strada, uno d’acqua, ghiaccio e vapore verso il parco, uno di glicini effimero e regolare, uno assente, verso la città. L’ultimo, il tetto, tecnologico e semitrasparente, si mostra alle torri che, forse inutilmente, lo circonderanno.