Diamant R20 BOA – Casalgrande

Alfonso Femia

Diamant R20 BOA – Casalgrande
2010
La tridimensionalità, la lucentezza e il mistero magico che appartengono alla figura del Diamante sono gli elementi che caratterizzano l’installazione. Le estrusioni dei volumi, la possibilità e la libertà di muoverli creano un gioco che spinge potenzialmente all’infinito la spazialità dell’elemento ceramico. Il Diamante è un simbolo che attrae l’attenzione per la sua dimensione e forma, un nuovo modo per rendere tridimensionale un elemento solitamente piano come una ceramica.
Una pedana consente di variare a piacimento la disposizione dei moduli e giocare con i volumi e i loro profili, creando diversi scenari e skyline: una città, intesa come armonioso e funzionale accostamento di forme. La parete verticale è invece costituita da un pannello in legno forato. Tali fori contengono degli elementi in legno/ceramica che scorrono e attraversano l’intero spessore del muro. Il numero e la disposizione dei fori è casuale così che il gioco stia nella loro scoperta e nella meraviglia che ne deriva.