Nuovo polo logistico Vimar
Marostica (Vicenza), Italia
2015-in corso
superficie totale: 52 612 m2
committente: Vimar s.p.a.
fotografia: ©S.Anzini
La realizzazione del Nuovo Polo Logistico di Vimar a Marostica, nasce dalla necessità dell’azienda di trasferire in un’area di proprietà magazzini e uffici attualmente dislocati sul territorio.
L’incarico riguarda la predisposizione di un piano urbanistico atto a rendere edificabile l’area, l’ottenimento del titolo edilizio, delle opere di urbanizzazione e la gestione del cantiere fino al collaudo. L’area che accoglierà il nuovo stabilimento si trova in posizione strategica, lungo uno dei principali assi di accesso alla città di Marostica.
Particolare attenzione si è posta nella composizione volumetrica dell’edificio; per questo sono state introdotte forme e superfici in grado di ridurre l’impatto dell’intervento nel paesaggio agricolo circostante offrendo un inserimento differente nella percezione da sud verso il centro di Marostica e da nord, ponendo particolare attenzione alla vista dell’area dal castello di Marostica;

Il nuovo volume edificato è suddiviso in tre aree funzionali principali: il magazzino del prodotto finito, il magazzino dei semi lavorati e la Produzione. Queste aree sono poi affiancate da un polo destinato alle centrali tecnologiche e da zone adibite ad uffici e servizi.
L’intervento viene realizzato in due fasi distinte, ma consecutive: la prima fase riguarda la realizzazione dei magazzini e superfici annesse (polo tecnologico e soppalco destinato a laboratori e uffici);
la seconda fase riguarda la realizzazione degli spazi dedicati alla produzione, alle aree uffici e dei servizi (mensa
e sale riunioni).

COBRA50 design   product design
Cobra 50
Alfonso Femia / AF*design per Martinelli Luce
2018
3 VORTICI PER LA COBRA50
Amore, Realismo, Immaginario.
Alfonso Femia, con Arthur Simony, e invitato da Emiliana Martinelli, rivisita la storica lampada Cobra in occasione del suo 50° anniversario.

“Ho pensato che tre parole, amore, realismo, immaginario, tre parole che mi appartengono come percorso ma che appartengono a molti, potessero creare dei vortici grazie alla mano di Arthur, e accompagnarci con la Cobra, nel nostro intimo segreto, nel nostro immaginario, nel nostro reale di amore.”

Alfonso Femia